Il primo appuntamento deliberatamente SM

Lui sembra, dal nick su Gayromeo e dalle foto che ha messo, interessato soprattutto a farsi leccare e annusare i piedi. Io so che è una cosa che mi attizza solo in rare occasioni, e tuttavia lo contatto. E’ un ragazzo serio, ci diamo appuntamento e dopo poco sono nella sua auto. E’ estate, mi porta in un posto all’aperto che conosce. In teoria, e di solito, non sono così sventato ma Davide può vantare una faccia davvero rassicurante, ha poco più dei 31 anni che dichiara. In auto cerca di capire se gli annuserò ben bene i piedi, mi promette odori forti. Io dico a me stesso, va be’, vediamo, e intanto bleffo un po’, gli racconto di aver già annusato piedi, di averli leccati, di essermi fatto prendre a calci, anche se non è vero. Il tipo mi ispira tutt’altro che la troia passiva che vorrei tirare fuori, ma voglio andare avanti. Arriviamo in un posto che mi sembra tutto tranne che appartato, vedo l’autostrada dietro un filare rad di alberi. Mi guardo intorno perplesso ma lui mi rassicura e comincia a togliersi le scarpe per mettermele sotto il naso. Io mi tolgo maglietta, pantaloncini e mutande, resto nudo mentre lui toglie solo la maglietta. Ha un fisico segnato, magro ma atletico. Mi viene voglia di baciarlo ma mi ricordo che siamo lì per tutt’altro. Tira fuori il cazzo che è bello grosso. Glielo prendo in mano, ma lui mi mette la sua scarpa in faccia, mi ordina di annusare. Io obbedisco, sento poco in realtà, un odore come di gas, di ossido. Mi inginocchio e gli annuso le calze, se le toglie e mi mette un piede sulla faccia. Sarebbe la famosa umiliazione che cerco. Ma la situazione non mi permette di eccitarmi come vorrei.  Ho voglia di succhiargli il cazzo, ma nel profilo ha scritto che non cerca “le solite pompe”.

Mentre lecco il suo piede mi dà dei calci con l’altro, ma questo non aumenta la mia eccitazione, a un certo punto dice “devo pisciare” e forse si aspetta che mi metta a prendermela in bocca. Invece io penso che non ho niente poi per pulirmi e comunque in bocca, per elementare misura profilattica, non voglio prendere la piscia. Anche se l’idea mi piace, mi eccita. Si mette a pisciare e io mi bagno solo la mano. Quando ha finito gli bacio il cazzo, lui mi rificca la testa nella sua scarpa, dove non sento proprio odori. Si fa una sega e viene. Me la faccio anche io leccando il suo cazzo. Finito. Ci rivestiamo. Nonostante le promesse, non ci siamo mai più visti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: