E’ scoppiato a ridere quando gli ho raccontato che una volta ero venuto quando un Padrone mi aveva scoreggiato in bocca. Ho sentito nella sua risata una nota sincera, fuori dai ruoli che stavamo giocando e profondamente umiliante. Avevamo poco tempo e nessun posto dove andare ma l’ha usato bene. A ogni androne di casa che potesse dare un po’ di riparo, anche poco, mi ha schiaffeggiato, sputato in bocca, fatto leccare le dita con cui si era strofinato il cazzo. Nel camerino di un grande magazzino mi ha fatto spogliare nudo e ha deriso il mio cazzetto. In un bar ha deciso cosa dovevo bere e mi ha concesso di pagare anche la sua consumazione. A ogni schiaffo, a ogni sputo in bocca misuravo la mia capacità di sottomissione ed ero piuttosto soddisfatto. E’ stato un premio eccessivo per me nel bagno di un edificio pubblico poter prendere in bocca il suo cazzo, sentirlo ingrossare fra le mie labbra. Se non fossimo stati disturbati da un inserviente dei bagni che ci ha bussato avrei avuto il regalo del suo godimento sulla mia faccia. Credo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: